Tumore della parotide

Dott. Marco Pedrazzoli - Milano
Chirurgo maxillo facciale - Asportazione tumore della parotide

Le ghiandole salivari sono deputate alla produzione di saliva, utile per la lubrificazione del bolo alimentare, poichè favorisce la deglutizione e la digestione.
Tutte le ghiandole salivari possono essere interessate da diverse patologie, sia benigne sia maligne.

La ghiandola parotide, la principale delle ghiandole salivari maggiori, è quella che più frequentemente dà origine a tumori sia benigni sia maligni, il cui trattamento è spesso chirurgico.
La lesione più frequente è l'adenoma pleomorfo, che rappresenta circa il 60% della totalità dei tumori benigni.
Questa lesione si presenta come una tumefazione di consistenza duro-elastica davanti all’orecchio o subito al di sotto del lobo auricolare.
L’adenoma pleomorfo è solitamente asintomatico ma mostra spesso la tendenza ad accrescersi sino a raggiungere dimensioni ragguardevoli.
L’adenoma pleomorfo può andare incontro, se non asportato, alla trasformazione maligna.
Questo evento è in relazione alla durata della malattia ed all’età del paziente.

La diagnosi viene effettuata con una ecografia, un agoaspirato eseguito con ago sottile, ed una risonanza magnetica nucleare.

L’intervento chirurgico

Il trattamento di queste lesioni deve ottenere due risultati fondamentali: garantire da un lato l'asportazione radicale e deve al contempo rispettare l'integrità delle strutture anatomiche vicine, come il nervo facciale.
L'esperienza maturata in campo oncologico e ricostruttivo permette di affrontare queste patologie con le giuste competenze, sia in fase diagnostica che nella programmazione e nella gestione del trattamento chirurgico.
Alcuni accorgimenti mutuati dalla chirurgia plastica estetica, come l'impiego di incisioni chirurgiche nascoste o l'utilizzo di tecniche per il riempimento dell'infossamento lasciato dopo la rimozione del tumore, contribuiscono a garantire al paziente il trattamento con i migliori risultati estetici e funzionali.

L’incisione chirurgica viene praticata all’interno dell’orecchio con una estensione verso l’alto e dietro all’orecchio come quella utilizzata nel lifting facciale, risultando praticamente invisibile a distanza di qualche mese.
Viene allestito un lembo di tessuto profondo noto come SMAS (la fascia muscoloaponeurotica che viene stirata durante il lifting facciale) da riposizionare al termine dell’intervento sia a scopo di riempimento che per isolare la ghiandola parotide sezionata dalla cute, per evitare la sindrome di Frey, ossia la sudorazione e l’arrossamento della cute davanti all’orecchio durante il pasto.

La lesione parotidea può essere asportata, a seconda della sua posizione e delle sue dimensioni, sia mediante una enucleazione (extracapsular dissection) diretta oppure mediante una enucleoresezione/parotidectomia superficiale, dopo aver accuratamente identificato ed isolato il nervo facciale.

Il materiale prelevato viene sempre inviato in anatomia patologica per l’esame istologico definitivo.

L’intervento termina con una sutura estetica. A volte è necessario il posizionamento di un piccolissimo drenaggio retroauricolare che viene solitamente rimosso in prima giornata.

Adenoma pleomorfo della parotide sinistra: caso 1

Adenoma pleomorfo della parotide sinistra evidenziato alla risonanza magnetica (freccia bianca)

adenoma pleomorfo parotide sinistra

Attenzione

ATTENZIONE!
QUI VISUALIZZERAI LE IMMAGINi
DI UN INTERVENTO CHIRURGICO:

Immagine intraoperatoria che mostra la presenza dell'adenoma (freccia bianca):
clicca qui
Al termine dell'intervento si mostra un ramo del nervo facciale adiacente la lesione asportata perfettamente rispettato (freccia bianca):
clicca qui
Immagine postoperatoria della paziente che mostra la perfetta funzione della mimica facciale

adenoma pleomorfo parotide sinistra - post intervento

Particolare della cicatrice praticamente invisibile a 6 mesi dall'intervento

adenoma pleomorfo parotide sinistra - post intervento

 

Adenoma pleomorfo della parotide sinistra: caso 2

La freccia in bianco mostra la tumefazione preauricolare evidente

adenoma pleomorfo parotide

Attenzione

ATTENZIONE!
QUI VISUALIZZERAI LE IMMAGINi
DI UN INTERVENTO CHIRURGICO:

L'immagine intraoperatoria mostra la lesione: clicca qui
Asportato l'adenoma pleomorfo si evidenizia il nervo facciale perfettamente conservato (freccia bianca):
clicca qui
L'immagine sotto, a 6 mesi dall'intervento, mostra la cicatrice quasi invisibile

adenoma pleomorfo - post intervento

 

Tumore di warthin della parotide: caso 3

Immagine preoperatoria che mostra una tumefazione in corrispondenza del tumore sotto l'orecchio destro (freccia bianca). La risonanza magnetica conferma la presenza della lesione (freccia bianca)
tumore di warthin parotide pre intervento risonanza magnetica tumore di warthin parotide

Attenzione

ATTENZIONE!
QUI VISUALIZZERAI L'IMMAGINE
DI UN INTERVENTO CHIRURGICO:

Al termine della enucleazione della lesione si mostra il nervo facciale perfettamente rispettato (freccia bianca).  La freccia nera mostra il nervo grande auricolare perfettamente conservato, importante per la ripresa della sensibilità dell'orecchio:  clicca qui per vedere l'immagine intraoperatoria
L'immagine postoperatoria del paziente a pochi mesi dall'intervento, mostra una cicatrice scarsamente visibile

Tumore warthin parotide - post intervento

 

Adenoma pleomorfo della parotide sinistra: caso 4

La freccia mostra la tumefazione davanti all'orecchio

Adenoma pleomorfo parotide - Pre intervento

La risonanza magnetica conferma la presenza della lesione

Adenoma pleomorfo parotide

Attenzione

ATTENZIONE!
QUI VISUALIZZERAI L'IMMAGINE
DI UN INTERVENTO CHIRURGICO:

Immagine intraoperatoria volta asportata la lesione che mostra il tronco principale del nervo facciale e tutte le sue diramazioni perfettamente conservate: clicca qui
L'immagine postoperatoria a distanza di un anno dall'intervento mostra come la motilità del volto sia conservata e non vi siano asimmetrie

Chirurgo Milano per adenoma pleomorfo parotide

L'immagine di profilo mostra come la cicatrice lasciata dall'intervento sia pressoché invisibile in quanto nascosta per la maggior parte nell'orecchio

Adenoma pleomorfo parotide - Post intervento